Ammonite Sopra un’onda del mare



Kate Winslet la Rose del Titanic dalla folta chioma rossa e dalla bellezza irresistibile tanto da essere ritratta in un dipinto senza veli e indossando solo il ciondolo blu, noto come il cuore dell’oceano, nel film diretto da Francis Lee e ambientato a metà ‘800, è Mary, una paleontologa sciatta e castana, che vive con Molly la mamma malata, la straordinaria Gemma Jones in un’ umile casa inglese sul Dorset, dove lavora come cercatrice di fossili, vendendo ai turisti, ammoniti ossia molluschi estinti scoperti in ore e ore di ricerca, estrazione e pulizia degli stessi.

Le giornata di Mary si consumano in ogni stagione sulle spiagge ventose dove scova tra i sassi marini, preziosi reperti che vende a poco anche se il British Museum espone un teschio di Ittosauro, scoperto proprio da lei.

È una donna schiva, taciturna e solitaria anche se le sue doti sorprendenti e la sua abilità nella ricerca di fossili, attrae nella sua area di lavoro diversi scienziati tra cui un certo Roderich Murchison che oltre ad ammirarla, la paga per accudire sua moglie malata di malinconia.

Mary e Charlotte (Saoirse Ronan) sono distanti per la classe sociale a cui appartengono ma nel momento stesso in cui Mary si prenderà cura della fragile ragazza che cade malata, tra le due nascerà una passione e forse l’amore.

Come due fossili scalfiti dalla roccia, le due donne si scoprono e le loro anime si fondono in una sola.

Una fugace felicità strappata a una quotidianità priva di emozioni se non le scoperte che per Mary restano il suo più grande amore.

Il film è molto bello.

Lo consiglio! 


Se sei un frequentatore abituale del mio sito e ritieni utile il lavoro che svolgo, sostieni il mio impegno con una donazione spontanea. Grazie!

Donazione PayPal

3 commenti:

PennadorodiTania CroceDesign byIole