Visualizzazione post con etichetta Eventi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Eventi. Mostra tutti i post

Monologando e dialogando insieme dal 15 gennaio al Teatro Portaportese

 Torna la rassegna di monologhi e corti teatrali giunta alla sesta edizione.

Nasce dalla volontà di rappresentare e dar voce ad autori teatrali di nuova e vecchia generazione.

La rassegna è fortemente voluta dall'Associazione Culturale Communication's Wave per promuovere la drammaturgia contemporanea.

L'Associazione si occupa della promozione di spettacoli teatrali ed eventi culturali volti all'aggregazione sociale di pubblico eterogeneo.

La rassegna andrà in scena tre sabati al mese alle ore 17 dal 15 gennaio ad aprile 2022 al Teatro Portaportese di Roma.

Nella foto c'è l'elenco completo con le date, i titoli e gli autori e i registi dei monologhi e dei corti rappresentati, da Alessandro Iori a Edoardo Viviani.

Le emozioni teatrali non si fermano.

Bar Stella è…

 


Un programma d’intrattenimento che mi ha incollato fino ai titoli di coda e che tornerà martedì prossimo in seconda serata su Rai2.

Chi lo conduce? Stefano De Martino che apprezzai e a dire il vero ho scoperto nella quinta edizione di Stasera tutto è possibile, sempre su Rai2, prendendo il posto di Amadeus che lo condusse nelle prime quattro edizioni.

Cosa mi è piaciuto di Bar Stella? 

Tutto.

In ordine mi ha commosso l’idea di ricreare dopo 100 anni, il bar di nonno Stefano dove De Martino è nato e cresciuto a Torre Annunziata.

Poi le chiacchiere da bar tra citazioni latine, la statua parlante (Adelaide Vasaturo), il barista Luciano (Herbert Ballerina) che fatica a preparare le ordinazioni nel bar dove lavora per arrotondare forse perché è più portato per fare l’attore che il barista e le pillole di saggezza del professor Siniscalchi (Mario Porfito) che mi ha fatto tornare alla mente l’ironia sottile di Luciano De Crescenzo.

Tra i clienti c’è Libero Parere (Francesco Arienzo) che forse nel curriculum vitae scriverà Libero Libero Liberissimo.

Altro cliente strambo è l’avvocato D’Affitto  (Giovanni Esposito.

L’intrattenimento musicale è della Disperata Erotica Band diretta dal maestro Pino Perris.

Al tavolo del bar c’è anche Marta, una sofisticata insegnante che da Roma insegna al sud.

C’è davvero una bella atmosfera al Bar Stella.

Tra battute, ricordi, canzoni, omaggi e storie, il programma ha chiuso in bellezza una giornata difficile come quella che abbiamo vissuto oggi.

Bravo Stefano sempre attento al linguaggio, alla dizione e intenso nell’omaggio all’amato nonno e complimenti a tutto il cast.


 


Dinner Club La prima stagione

Il nuovo programma condotto dallo chef Carlo Cracco, è un vero e proprio viaggio alla scoperta di cibi e piatti locali italiani. 

Ho scoperto Dinner Club su Amazon Original e ve lo voglio raccontare. 

I sei partecipanti, sei attori eccezionali come Diego Abatantuono, Pierfrancesco Favino, Fabio De Luigi, Valerio Mastandrea, Sabrina Ferilli e Luciana Littizzetto (le donne sempre in minoranza), devono compiere uno alla volta, un viaggio in compagnia di Cracco che attraverso i più disparati mezzi, dall'automobile, alla bicicletta, fino al cavallo, li conduce in una regione italiana per apprezzarne i piatti tipici che poi l'attore di turno dovrà cucinare per gli altri commensali.

Il viaggio è un vero e proprio show itinerante, sintetizzato in quarantacinque minuti, ossia la durata di ogni episodio e si conclude a tavola.

 Non è il solito programma di cucina.

Gli attori sono colleghi, amici che durante la cena si punzecchiano attraverso domande anche intime per passare il tempo fino all'assaggio del piatto offerto dall'attore che lo cucina con il sostegno di Cracco, alla fine del viaggio. 

Tra i momenti più deliziosi c’è quello in cui Cracco chiede all’ attore con il quale ha viaggiato, di esprimere le sue impressioni sull'esperienza appena conclusa.

Le mete del viaggio sono: il Delta del Po fino, il Cilento, la mia Sardegna e la Sicilia fino alla Maremma e tra scenari mozzafiato, s’incontrano personaggi particolari del luogo anche chef stellati, pronti a raccontarsi e a svelare interessanti notizie sul territorio, oltre a pranzi e cene prelibati.

Ho scoperto un Cracco diverso, socievole, solare, canterino e capace di guidare barche, di andare a cavallo e di essere un ottimo compagno di viaggio.

Durante le cene, ho riso e ho sentito il sapore dei piatti descritti e cucinati, come fossi uno dei commensali, mi ha divertito immensamente Diego Abatantuono, dotato di un'ironia esagerata e di una dose di malinconia che rende cosi piacevole la persona oltre l'attore.

Ho conosciuto le curiose abitudini alimentari di Mastandrea e la capacità di adattamento di Fabio De Luigi.

Mi ha divertito molto anche lo spirito di competizione della Ferilli e la comicità della Littizzetto.

Favino poi incanta per il suo essere cosi perfetto anche in cucina oltre che sulla scena.

Non perdetevi Dinner Club La prima Stagione!

Potrete seguire la docu serie, collegandovi sulla App di Amazon, se siete abbonati, attraverso numerosi device come smartphone, tablet, smart tv e pc.

Buon divertimento e... buon viaggio con Cracco e compagnia bella!

PREMI OMBRA DELLA SERA 2021

 Palazzo dei Priori, Sala del Maggior Consiglio

Volterra 


Si è svolta ieri, 7 agosto 2021, nella stupenda Sala del Maggior Consiglio di Palazzo dei Priori, sede del Comune Volterra, la Cerimonia di consegna dei Premi Ombra della Sera 2021. Alla presenza del Sindaco Giacomo Santi, dell’Assessore alle Culture Dario Danti, del Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra Roberto Pepi, oltre che dell’ideatore dei Premi Ombra della Sera (così come del Festival Internazionale Teatro Romano Volterra che ha fondato diciannove anni fa) Simon Domenico Migliorini, hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento alcune tra le personalità di maggiore spicco del mondo del teatro, dello spettacolo, della cultura. La giuria del Premio è presieduta da Giovanni Antonucci ed è composta da Alma Daddario, Maura Catalan, Anna Teresa Rossini, Lia Gay, Carmela Piccione, Elena D’Elia, Maria Letizia Compatangelo, Natalia Di Bartolo, Rainero Schembri, Vito Bruschini, Edoardo Siravo, Mariano Rigillo, Gianfranco Bartalotta, Simon Domenico Migliorini. I premiati di questa edizione sono Peter Stein che ha ricevuto il Premio “Tommaso - Fedra- Inghirami“ Ombra della Sera alla Carriera, Alessandro Benvenuti a cui è stato assegnato  il Premio “Giovanni Villifranchi”  Ombra della Sera alla Drammaturgia, Nicola Fano che ha ricevuto il Premio “Giulio Piccini - Jarro”  Ombra della Sera a Giornalismo e Critica teatrale. A Vladimir Derevianko è stato consegnato il Premio “Ernestina Fenzi”  Ombra della Sera alla Danza; a Luca Mannucci il Premio “Franco Porretti”  Ombra della Sera al volterrano distintosi in Arti e Mestieri. La serata è stata presentata da Marco Mauceri con le musiche di David Dainelli, mentre la regia, come da tradizione è stata di Vito Bruschini.

“I premi Ombra della Sera – hanno dichiarato il Sindaco di Volterra Giacomo Santi e l’Assessore alle Culture Dario Danti - sono un appuntamento di straordinario rilievo che da anni mettono al centro il valore del lavoro culturale e del talento artistico. Volterra è onorata di essere la città dove questo premio è nato ed è cresciuto nel prestigio e nella rilevanza nazionale. Anche in questa edizione sono premiate eccellenze di livello internazionale che siamo felici di accogliere e ospitare sul nostro territorio”.

“Il prossimo anno – ha dichiarato nel suo messaggio Giovanni Antonucci - festeggeremo i 20 anni del Festival e del Premio Ombra della Sera: un traguardo importante e sempre più raro nel nostro Paese, dove manifestazioni simili sono numerose, ma hanno vita difficile e di solito breve. È un traguardo raggiunto grazie all’intelligenza, al coraggio e alla tenacia di Simon Domenico Migliorini, che non solo ha creato un Festival ed un Premio di primo piano, ma che ha saputo condurlo sempre in nome della qualità delle scelte degli spettacoli e del livello dei premiati. Il Premio Ombra della sera, che dà ai vincitori la riproduzione di uno dei massimi capolavori della scultura etrusca, è strettamente legato al Festival, perché si propone di premiare sia artisti di livello internazionale che attori, autori, registi, cantanti d’opera e danzatori italiani di rilievo spesso non inferiore. A leggere l’elenco dei premiati, c’è davvero il meglio, non tanto della popolarità quanto della grande qualità. La speranza è che, grazie alla convenzione con il comune di Volterra, tutte le istituzioni volterrane continuino a sostenere con ancora maggiore impegno un Festival che è sempre più apprezzato da molti ospiti stranieri, oltre che dal nostro pubblico. In questa prospettiva il Teatro Romano, restituito nel suo splendore, è in grado di diventare una presenza importante, pari a quella di altri prestigiosi teatri greci e romani del nostro Paese.

Volterra, nominata il prossimo anno capitale della cultura della Toscana, ha un’occasione storica per diventare un centro del miglior teatro e spettacolo che si fa in Italia e in Europa. Lo spettacolo dal vivo ha un futuro solo se punta sulla qualità, spesso oggi negata da altre forme espressive. Un affettuoso augurio a tutti i partecipanti – conclude Antonucci - ed un ringraziamento a tutti coloro  che lavorano con dedizione al successo del Festival e del Premio”.



in foto (da sx) Assessore Dadio Danti, Simon Domenico Migliorini, Vito Bruschini, Lia Gay, Vladimir Derevianko, Letizia Compatangelo, Nicola Fano, Peter Stein, Alma Daddario, Luca Mannucci, Sindaco Giacomo Santi, Alessandro Benvenuti



Rita Sanvincenti

Responsabile Comunicazione - Ufficio Stampa

Festival Internazionale Teatro Romano Volterra

mob. +39 336 417344



 

Il Vidal (Gianni Nazzaro) di Sweet Charity che mi commosse.


Sullo sfondo dei grattacieli americani, appare Charity (Lorella Cuccarini), di rosso vestita con scarpe da tip tap che balla e canta l’amore mentre passa le sue serate da otto anni ormai come entreneuse al night club di New York, il Fandango. Conosce gli uomini ed il dolore che possono provocarle seducendola per poi abbandonarla ma lei crede nell’amore con l’ingenuità di una fanciulla e parlando con le sue amiche ballerine spera e sogna di trovare l’uomo della sua vita. Incontra per caso l’affascinante attore Vittorio Vidal (Gianni Nazzaro) che la invita a trascorrere una serata a casa sua, dopo aver discusso con la gelosissima compagna Ursula. La dolce Charity sogna di cambiare vita con lui ma il sogno va presto in fumo e Vidal torna con la sua bionda, dedicandole una canzone straordinaria come solo Nazzaro sa fare. Charity non si arrende e col suo sorriso contagioso e solare Lorella Cuccarini riesce ad esprimere la bontà d’animo di questa ragazza alla ricerca disperata dell’amore vero. E lo incontra finalmente il suo amore, per caso, è Oscar (Cesare Bocci) un assicuratore un po’ goffo e paranoico che conquista il suo cuore. Anche Oscar s’innamora della dolce Charity pur non sapendo niente di lei e le chiede di sposarla. Charity è felice e prima di accettare la sua proposta le rivela il suo lavoro, quello di entreneuse nella speranza che il tempo possa cancellare il suo passato. Ma Oscar si tira indietro dopo lo slancio iniziale e lascia sola la povera illusa Charity. Non tutte le storie d’amore hanno un lieto fine ma quella di Charity sì, e dopo una telefonata del suo Oscar e la nuova proposta di matrimonio, i due torneranno insieme per sempre. Lorella Cuccarini era visibilmente emozionata stasera per aver portato la sua Charity al Sistina, il teatro dove andava a guardare gli spettacoli da bambina e Cesare Bocci è stato un divertentissimo compagno d’avventura con ottime doti vocali e una verve comica che ha divertito il pubblico. Un caloroso applauso va allo straordinario cantante Gianni Nazzaro che in questa prima romana non ha ricevuto il meritato consenso del pubblico.

Ci chiamavan matti. Voci di muto amore

 
  

   


CI CHIAMAVAN MATTI. VOCI DI MUTO AMORE

di e con

Gianni Calastri

musica e sonorizzazione dal vivo

Andrea “Lupo” Lupi

scenografia

Paolo e Alessandro Pineschi

 

foto di scena 

 

Sabrina Marianelli

 

Teatro Persio Flacco

Volterra 

 

15 luglio 2021

ore 21:30

 

 

 

Sull’ottocentesco palcoscenico del Teatro PersioFlacco prosegue iFestival Internazionale Teatro Romano Volterracon CI CHIAMAVAN MATTI. VOCI DI MUTO AMOREdi e con Gianni Calastrimusica e sonorizzazione dal vivo di Andrea “Lupo” Lupiscenografia di Paolo e Alessandro Pineschi, foto di scena di Sabrina Marianelli. Lo spettacolo è in programma giovedì 15 luglio 2021 alle ore 21:30sul palco del Teatro PersioFlacco, che ha festeggiato nel 2020 due secoli di storia e che da sempre ospita, in particolari straordinarie occasioni, il Festival, a conferma di un rapporto pluriennale di collaborazione ed interazione logistica ed artistica.

“La lettura-spettacolo ‘Ci chiamavan matti. Voci di muto amore’, nasce dalle letture di alcune lettere degli internati nel manicomio diVolterra effettuate durante le visite guidate all’ex manicomio e dallo spettacolo teatrale-musicale ‘Che Matti. Voci e suoni dai manicomi’, messo in scena insieme al gruppo musicale I Disertori”, dichiara Gianni Calastri.

“Ho accettato con piacere l’invito di portare di nuovo sul palco le voci negate di così tante persone, uomini e donne, rinchiuse nei manicomi di Volterra, Siena e Arezzo nel corso del secolo scorso. Oltre ad alcune lettere tratte da Corrispondenza Negata, il testo si compone del diario di una internata nel manicomio di Siena e da alcune testimonianze provenienti dal manicomio di Arezzo tratte dal lavoro di Anna Maria Bruzzone ‘Ci chiamavano matti’.  Voci che si liberano dalle loro lettere, da quei muri freddi e incrostati di rabbia, grida, suppliche e silenzi; voci che meritano di essere ascoltate.

Lo spettacolo è impreziosito dalla scultura realizzata da Paolo e Alessandro Pineschi e dalle suggestive sonorizzazioni effettuate dal vivo da Andrea ‘Lupo’ Lupi”.

 

 

Rita Sanvincenti

Responsabile Comunicazione - Ufficio Stampa 

Festival Internazionale Teatro Romano Volterra

mob+ 39 336 417344 

A cuore aperto si racconta Massimo Wertmuller il 14-15 luglio a Villa Massimo

Milleluci entertainment

presenta

 

A CUORE APERTO

testo e regia di GIANNI CLEMENTI

con MASSIMO WERTMULLER

musiche di PINO CANGIALOSI

 

14-15 LUGLIO ore 21 – VILLA MASSIMO

 

All’interno della rassegna “Teatro 7 A Villa Massimo” va in scena Massimo Wertmuller con lo spettacolo “A cuore aperto”, scritto e diretto da Gianni Clementi.

Carl Gustav Jung diceva: “I drammi più commoventi e più strani non si svolgono nei teatri, ma nel cuore degli uomini”. Ed è proprio il cuore l’inconsapevole protagonista di questo spettacolo, che paradossalmente, ad onta delle parole del grande Psichiatra, non può che svolgersi sulle tavole di un palcoscenico. Ed è il cuore di Massimo Wertmuller messo a dura prova da Roma, la sua città, che ormai stenta quasi a riconoscere, a diventare una sorta di testimone del proprio tempo. È per questo che “A cuore aperto” diventa una sorta di “dichiarazione di guerra” a Roma e alla sua lingua fatta da un suo cittadino, da un suo figlio, che rifiuta questa sorta di mutazione genetica di cui è preda la sua Città. Roma, città multietnica sempre in bilico fra cinismo e generosità fra disincanto e commozione, ma non solo. Massimo Wertmuller intraprende un viaggio partendo dalle radici di una civiltà, con qualche dotta dissertazione, ma anche qualche inevitabile caduta, per arrivare a riflettere sui grandi temi della vita stessa. È un percorso intimo, a volte sfrontato, alla ricerca delle proprie origini accompagnato dalle musiche del Maestro Pino Cangialosi. La nostalgia per una Roma che non è più. Il coriaceo piacere di appartenere a questa città, alle sue esagerazioni, ai suoi odori, alle sue periferie, alla sua bellezza. Riconoscersi nell’amore per Roma che vive nelle parole di Pasolini. Un viaggio all’insegna del divertimento, ma anche della riflessione.

direzione artistica rassegna: Michele La Ginestra

Info e prenotazioni: c/o Teatro 7 tel. 06.442.36.382 www.teatro7.it – teatro@teatro7.it
TEATRO 7 A VILLA MASSIMO - Giardino Giuseppe De Meo - viale di Villa Massimo, 10

prezzo biglietto 18€



Festival Internazionale Teatro Romano Volterra Edizione XIX 10 luglio/14 agosto 2021

                                          

Teatro Romano Volterra

Terme del Bagnone  Castelnuovo Val di Cecina

Teatro Laveria  Montecatini Val di Cecina


 

Teatro Romano Volterra

10 luglio 2021  ore 21:30

 

DYSKOLOS

produzione

Bottega del Pane

adattamento e regia

Cinzia Maccagnano

maschere

Giancarlo Santelli

musiche

Germano Mazzocchetti

costumi

Monica Mancini

illustrazione e grafica

Alessandro Giuliani

con

Raffaele Gangale, Dario Garofalo,

Cinzia Maccagnano Luna Marongiu,

Cristina Putignano

 

Teatro Romano Volterra

11 luglio 2021  ore 21:30

 

DANTE/ENEA L’ESULE

 

da

Dante, Virgilio, Caproni
produzione

Mda Produzioni Danza/La Rotta di Enea

drammaturgia

Sebastiano Tringali
regia e coreografia

Aurelio Gatti

musica

Marco Schiavoni

costumi

Marina Sciarelli Genovese

con

Valeria Busdraghi,

Elisa Carta Carosi e Lucia Cinquegrana

Arianna Di Palma e Matteo Gentiluomo

Claudia Morello e Sebastiano Tringali

 

Teatro Romano Volterra

13 luglio 2021  ore 21:30

 

TOTEM

di

Ferdinando Romano

produzione

Volterra Jazz

Ferdinando Romano  contrabbasso

Tommaso Iacoviello  tromba e flicorno

Simone Alessandrini  sax alto e soprano

Manuel Magrini   pianoforte

Giovanni Paolo Liguori   batteria

 

Teatro Romano Volterra

14 luglio 2021  ore 21:30

 

DREAMS

 

coreografie e interpreti

Margherita Dello Sbarba e Francesco D’Amelio

musica

Justyna Niznik

 

Teatro Romano Volterra

15 luglio 2021  ore 21:30

 

CI CHIAMAVAN MATTI. VOCI DI MUTO AMORE

 

di e con

Gianni Calastri

musica e sonorizzazione dal vivo

Andrea “Lupo” Lupi

scenografia 

Paolo e Alessandro Pineschi

foto di scena

Sabrina Marianelli

 Teatro Romano Volterra

16 luglio 2021  ore 21:30

 

CARMINA BURANA

 

Musica

Karl Orff

produzione

Art Dance Theatre

Coreografia

Tuccio Rigano

con

Annamaria Perilli e Sara D’Ambrosio

Armand Zazani e Francesco Zappalà

Filippo Sartorelli  e Arianna Marinelli

Lucrezia Anselmi e Giulia Orofino

Margherita Marcoccia

 

Teatro Romano Volterra

17 luglio 2021  ore 21:30

 

VERSUS DANTE

 

produzione

Xenia

regia

Paolo Pasquini

con

Agnese Ciaffei e Giacomo De Rose

Carlo Ricci e Carlotta Sfolgori

Teatro Romano Volterra

18 luglio 2021  ore 21:30

 

PIAZZOLLA 100

Celebrazione Centenario della nascita di Astor Piazzolla

The Volterra Project, Summer Guitar Institute

Giampaolo Bandini chitarra

Cesare Chiacchiaretta bandoneon

Teatro Romano Volterra

21 luglio 2021 ore 21:30

 

CAVALLERIA RUSTICANA IN CONCERTO… E NON SOLO

 

I parte
Intermezzo da Manon Lescaut di G. Puccini

Intermezzo da L’amico Fritz di P. Mascagni

Crisantemi di G. Puccini

II parte

Cavalleria Rusticana di P. Mascagni

In forma di concerto

produzione

Italian Opera Florence

Direttore

David Boldrini

Santuzza Lenny Lorenzani  Soprano

Turiddu Enrico Nenci  Tenore

Alfio Romano Martinuzzi  Baitono

Mamma Lucia Amanda Ferri  Mezzosoprano

Lola Chiara Manese  Mezzosoprano

Orchestra e coro

Italian Opera Florence

prime parti

Domenico Calia clarinetto/ Silvia Daddona e

Lisa Bini Flauto / Mario Dani primo oboe

 

Teatro Romano Volterra

22 luglio 2021  ore 21:30

 

LECTURA DANTIS

 

Evento

Presentazione disco Lectura Dantis

a cura

Simon Domenico  Migliorini e David Dainelli


Teatro Romano Volterra

23 luglio 2021  ore 21:30

 

TUTTA COLPA DI PLAUTO

 

da

Tito Maccio Plauto

produzione

Torino Spettacoli

drammaturgia

Girolamo Angione e Gian Mesturino

regia

Girolamo Angione

coreografie

Gianni Mancini

con

Elia Tedesco, Simone Moretto, Greta Malengo

Teatro Romano Volterra

24 luglio 2021  ore 21:30

 

LUPUS IN FABULA

 

da

Esopo e Fedro

produzione

TTR Il Teatro di Tato Russo

drammaturgia

Tato Russo

con

Antimo Casertano e Luisa Stagni

Teatro Romano Volterra

25 luglio 2021  ore 21:30

 

Ovidio Heroides vs Metamorphosys

 

da

Ovidio, Heroides

produzione

La Fabbrica dell’Attore - Teatro Vascello

con

Manuela Kustermann

Cinzia Merlin  pianoforte

 

Teatro Romano Volterra

27 luglio 2021  ore 21:30

 

MARLENE DIETRICH

    

di e con

Ksenija Prohaska

produzione

Caravan, Spalato e Florian Metateatro Centro di Produzione Teatrale

autori         

Ana Tonkovic Dolencic, Vlatko Broz, Ivan Leo Lemo 

piano e arrangiamenti

Fabio D'Onofrio

traduzione

Sandro Damiani

regia e set design

Ivan Leo Lemo

coreografia

Ivica Petric

costume

Vedrana Rapic Prga

Teatro Romano Volterra

28 luglio 2021  21:30

 

CORPI AL VENTO

Arianna, Fedra, Pasifae, le donne di Creta

di e con

Ilaria Gelmi e Antonella Ruggiero

produzione

Teatro EventoTerrammare Teatro

regia

Roberto Anglisani

coreografia 

Elisa Cuppini

Teatro Romano Volterra

30 luglio 2021  ore 21:30

 

ORFEO ED EURIDICE

 

libretto

Ranieri de’ Calzabigi

Musica

Christoph Willibald Gluck

produzione

FUORI OPERA

personaggi ed interpreti

Orfeo Julija Samsonova

Euridice Emanuela Scirea

Amore Hanna Blachuta

Ombra Fabio Midolo

pianoforte e direzione musicale

Andrea Deutsch Gottfried

messa in spazio

Fabio Midolo

scenografia e costumi

Chiara Spanò

Teatro Romano Volterra

1 agosto 2021  ore 21:30

 

CASINA O LE ALLEGRE COMARI DI PLAUTO

 

di

Tito Maccio Plauto

adattamento e regia

Carlo Emilio Lerici

produzione

Teatro Belli Roma - Antonio Salines

con

Mariano Rigillo, Anna Teresa Rossini, Fabrizio Bordignon, Valentina Martino Ghiglia, Susy Sergiacomo, Roberto Tesconi, Tonino Tosto

costumi

Annalisa di Piero

musiche

Francesco Verdinelli

Teatro Romano Volterra

2 agosto 2021  ore 21:30

 

POLLICINELLA

canti e suoni di un mito

 

Produzione

TTR  Il Teatro di Tato Russo e Fontana Medina

regia

Mario Brancaccio

con

Patrizia Spinosi, Mario Brancaccio, Virgilio Brancaccio, Simona Esposito

Teatro Romano Volterra

3 agosto 2021  ore 21:30

 

CLIZIA

di

Niccolò Machiavelli

produzione

Teatro Nove

regia

Luca Cortina

con

Andrea Agostini, Cristiano Dessì

Ivan Di Bello, Simona Generali

Francesco Grossi, Miranda Benedetti

Teatro Romano Volterra

05 agosto 2021  ore 21:30

 

Teatro Lavoria Montecatini Val di Cecina

08 agosto 2021  ore 21:30

BEFORE GETTIN’ OLD

 

presentazione nuovo CD e EP
con

Tiziano Barbafiera voce/pianoforte e tastiere

Leonardo Barbafiera sax tenore/sax soprano/flauto

Carlo Paoletti chitarre

Erica Ghignola basso

Emanuele Basta batteria

Paolo Rosi tromba

Manuel Signorini trombone

Lorenzo Bigazzi sax tenore/sax alto

Teatro Romano Volterra

06 agosto 2021   ore 21:30

 

PROCESSO A MEDEA

 

produzione

Teatro della Città

di e regia

Maria Letizia Compatangelo

con

Elena Bucci


Teatro Romano Volterra

07 agosto 2021  ore 21:30

 

CERIMONIA DI CONSEGNA PREMI OMBRA DELLA SERA

 

Giuria

Presidente Giovanni Antonucci

Alma Daddario, Maura Catalan, Anna Teresa Rossini, Lia Gay, Carmela Piccione, Elena D’Elia, Maria Letizia Compatangelo, Natalia Di Bartolo, Rainero Schembri, Vito Bruschini, Edoardo Siravo, Mariano Rigillo, Gianfranco Bartalotta, Simon Domenico Migliorini.

 

Premio “Tommaso - Fedra- Inghirami“  Ombra della Sera alla Carriera

PETER STEIN

 

Premio “Giovanni Villifranchi”  Ombra della Sera alla Drammaturgia

ALESSANDRO BENVENUTI

 

Premio “Giulio Piccini - Jarro”  Ombra della Sera a Giornalismo e Critica teatrale

NICOLA FANO

 

Premio “Ernestina Fenzi”  Ombra della Sera alla Danza

VLADIMIR DEREVIANKO

 

Premio “Franco Porretti”  Ombra della Sera al volterrano distintosi in Arti e Mestieri

LUCA MANNUCCI

 

Premio speciale Radiotelevisione Europee Associate Movimento Tutela Sociale

SALVO VITALE

 

conduzione

Marco Mauceri

musiche

David Dainelli

regia

Vito Bruschini


Teatro Romano Volterra

09 agosto 2021

 

L'ORA BUCA

Tratto dal romanzo L’ora buca di

Valerio Varesi

produzione

Compagnia Volpe

diretta  

Alessandro Mazzotta, Stefano Volpe, Luca Corneti
regia e sceneggiatura

Stefano Volpe

con

Alessia Cesaretti, Luca Corneti, Maurizio Corrado, Martina De March

Alessandro Mazzotta, Rosaria Valentina Sfragara, Stefano Volpe

direttore tecnico

Alessandro Mazzotta

direttore di scena

Luca Corneti

segretaria di edizione

Martina De March

aiuto regia

Lucio Gurioli

assistente alla regia

Luca Corneti

fotografia

Davide Azzalini

trattamenti sonori

Roberto Passuti

Teatro Romano Volterra

12-13 agosto 2021

 

MANDRAGOLA

Versione integrale e filologica

di

Niccolò Machiavelli

produzione

Festival Internazionale Teatro Romano

regia

Simon Domenico Migliorini

personaggi ed interpreti

Prologo Francesca Signorini

Callimaco Davide Raffaello Lauro

Siro Federica Lucia Gurrieri

Messer Nicia Simon Domenico Migliorini

Ligurio Riccardo Diana

Sostrata Francesca Signorini

Frate Timoteo Simone Ciampi

Una donna Ilenia Veronica Raimo

Lucrezia Federica Lucia Gurrieri

musiche

David Dainelli

scene

Patrizia Gronchi  e Sabina Guillet

costumi

Gabriella Panza

luci e audio

Paolo Morelli

Terme del Bagnone Castelnuovo Val di Cecina

14 agosto 2021

 

MEDEA SOLISTA

da

Euripide e Seneca

adattamento

Francesco Capponi

produzione

Associazione Culturale l’Esclusiva

regia

Cecilia Lorenzi

con

Paola Lorenzoni

improvvisazioni dai modi greci al jazz

Nicola Buffa

foto

Andrea De Ieso


PennadorodiTania CroceDesign byIole