Visualizzazione post con etichetta Film del 2019. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Film del 2019. Mostra tutti i post

Marcello Mastroianni ne Le notti bianche il film


Proprio oggi ha lasciato questo mondo Marcello Mastroianni e ho scelto di ricordarlo attraverso questo film  del 1957 diretto da Luchino Visconti e tratto dal meraviglioso racconto di Dostoevskij dove si assiste al crollo degli ideali romantici distrutti dal cinismo e la volgarità della nuova generazione che si stava facendo spazio in Russia. 

Ebbene Mastroianni come il protagonista de Le notti bianche, è animato da un insolito ottimismo e dalla leggerezza di chi si lascia sedurre dagli imprevisti del caso. 

Mentre passeggia tra la gente in una notte così quieta e bellissima, s’imbatte in una giovane donna disperata e sospesa sul ponte in attesa di qualcosa che le provoca un intenso dolore.

Tra i due nasce una tenera amicizia che tinge le notti seguenti di pura poesia e amore.

Mastroianni si trasforma esattamente nel timido e appassionato personaggio di Dostoevskij incantato, disilluso e rassegnato.

È una co produzione Italo Francese di grande impatto visivo ed emotivo.

Splendida anche Jean Marais, innamorata del delizioso sconosciuto che soggiorna per qualche tempo nella pensione della nonna e in costante attesa del suo imminente ritorno.

Tale pellicola in bianco e nero conquistò il Leone d’Argento alla XVIII Mostra del cinema di Venezia e seducono oltre alle figure dei due attori principali, anche la colonna sonora di Nino Rota.

Credo sia stato un bel modo per ricordarti Marcello

Domani è un altro giorno su Sky

Il 28 febbraio 2019 esce al cinema un film diretto da Simone Spada Domani è un altro giorno, il remake dell'argentino Truman - un vero amico è per sempre. La bellissima storia d'amicizia e solidarietà tra Giuliano e Tommaso, due splendidi Marco Giallini e Valerio Mastandrea, la vedo oggi su Sky e mi commuovo senza piangere perché i due attori sanno trattare una tematica tragica come la malattia e la morte, in modo realistico e ironico.
Gli sguardi dei due attori spesso, dicono più delle parole, in fondo tra amici ci si capisce con lo sguardo e le parole a volte sono superflue. E il regista questo lo ha sottolineato. Sguardi eloquenti, mani che si stringono, lacrime nel silenzio della rassegnazione per un destino che è stato scritto.
Quando non c'è più nulla da decidere e tutto è attesa e angoscia, s'insinua il profondo e infinito legame dell'amicizia tra le vite di chi si è voluto sinceramente bene e da cui ci si deve congedare prima del tempo. 
Tommaso e Giuliano vivono i loro ultimi quattro giorni insieme a Roma. Tommaso vive all'estero e pur avendo paura di volare, si presenta a casa dell'amico per passare del tempo insieme semplicemente. 
Giuliano si sente la vita scorrere addosso e il veleno della malattia che lo sta divorando anche se è lucido, consapevole e sceglie di sfuggire all'agonia prendendo una decisione coraggiosa che comunicherà agli amici, anziché lasciare una fredda lettera. C'è anche l'amatissimo cane a cui Giuliano dovrà dire addio per sempre.
Accanto a Valerio Mastandrea e Marco Giallini, ci sono Anna Ferzetti, Andrea Arcangeli, Jessica Cressy, Barbara Ronchi, Marta Bulgherini, Massimo De Santisi e Stefano Fregni.
Le musiche di Maurizio Filardo, riempiono i silenzi ed emozionano.
Voto del film 10

di Tania Croce











PennadorodiTania CroceDesign byIole